Via G. Spadolini, 31 – 47122 Forlì (FC) - Via E. Mattei, 102 – 40138 Bologna (BO)
+39 0543 752374 - +39 051 19936408
info@gendata.it

To do list 2021:
proteggere gli utenti da remoto.

Il lavoro da remoto sarà parte integrante del nostro lavoro anche in questo nuovo 2021.
Dopo tanto tempo, molte aziende oggi hanno capito che la flessibilità del lavoro da remoto è un vero vantaggio che aumenta il benessere dei dipendenti e al contempo la loro produttività.
Gli ambienti di lavoro domestici prevedono generalmente una rete locale a uso misto di dispositivi aziendali e personali, dispositivi IoT altamente insicuri e account condivisi.
Un contesto di questo tipo rappresenta un terreno ideale per potenziali furti di dati della tua azienda ed altri tipi di attività criminali.
Ecco perché tutti i riflettori devono puntare sulla sicurezza della rete remota e la gestione del rischio.

Ecco alcune tattiche che l’azienda può adottare
per proteggere se stessa e i dipendenti
che lavorano da remoto.

La consapevolezza degli utenti da remoto

Il primo step per mantenere i dati riservati aziendali al sicuro, parte dalla consapevolezza dei dipendenti sulle pratiche da seguire.
Redigere un manuale che contenga tutte le best practice che i dipendenti devono attuare è fondamentale.
Così come è altrettanto necessaria la stesura di un documento sulle politiche di utilizzo, in maniera che i dipendenti sappiano a quali siti web, app e reti è consentito accedere, prevenendo così potenziali attacchi.

Riorganizzare la gestione degli accessi

Un grande fattore di rischio è rappresentato dalla scorretta gestione degli accessi alla rete aziendale.
La maggior parte delle aziende permette ad ogni utente remoto lo stesso livello di accesso privilegiato alle informazioni aziendali senza tener conto delle effettive necessità.
Una policy di sicurezza può davvero fare la differenza nello stabilire il corretto approccio sulla sicurezza per l’accesso remoto dei dipendenti.
Nel caso il lavoro da remoto non possa essere circoscritto all’uso di una VPN, il rischio è quello di rendere i servizi vulnerabili agli attacchi degli hacker.
Tutte le nuove applicazioni connesse alla rete aziendale, devono essere messe in sicurezza e testate prima del loro utilizzo.
Le aziende dovrebbero trovare il giusto equilibrio tra la necessità di sicurezza informatica e quella di accedere facilmente alle applicazioni nel cloud o su Internet.

Equilibrio tra produttività e sicurezza

Adattarsi per poter continuare a operare e garantire la sicurezza dell’utente finale è di fondamentale importanza, soprattutto quando la forza lavoro è dislocata in più sedi.
Anche la flessibilità nell’aumentare il numero di utenti remoti in caso di necessità, dovrebbe essere un aspetto da considerare quando si pianifica il futuro aziendale.

La sicurezza degli utenti da remoto

Non avendo il controllo sulle reti Wi-Fi a cui le persone si connettono da casa o nei luoghi pubblici, i team IT aziendali devono creare infrastrutture di sicurezza che supportino e rendano sicuro il lavoro da remoto su qualsiasi rete.
È necessario garantire che chi lavora da remoto abbia l’accesso alle risorse aziendali in base all’identità dell’utente finale e del dispositivo, allo stato di sicurezza e ai privilegi d’accesso concordati.
Questo genera maggiore sicurezza degli accessi consentendo agli utenti la libertà di scegliere i dispositivi utilizzati, BYOD ed applicazioni.

Come fare tutto ciò?
La soluzione è adottare
un approccio “zero trust”.

Per Zero Trust si intende un modello strategico di sicurezza informatica ideato per proteggere l’ambiente digitale a 360°.
Zero Trust si basa sulla convinzione che nulla, sia interno che esterno al perimetro di rete di un’organizzazione, debba essere ritenuto automaticamente affidabile.
Chiunque e qualsiasi cosa cerchi di collegarsi al sistema di un’organizzazione deve essere verificato prima di poter accedere.
L’obiettivo principale dell’approccio Zero Trust è mitigare il rischio di cyber-attacchi negli ambienti moderni che sono il teatro dell’attività di gran parte delle organizzazioni.
I nostri esperti sono pronti ad illustrarti le soluzioni per mantenere operativa la tua azienda attraverso la corretta salvaguardia delle attività dei dipendenti da remoto.

Scopri di più

I nostri esperti sono pronti per te.